Joyce Andrade

La quarantena tempo di erbe di campo e consapevolezza

Ciao sono Joyce, Ecuadoriana di nascita e Italiana di cuore. Amo questo paese, amo tutte le sue tradizioni o contraddizioni. Vivo in Italia da 23 anni, parlo l’italiano meglio dello spagnolo e dell’inglese. Sono cresciuta con queste ultime due lingue: una la parlavo sempre a casa e l’altra a scuola, oggi purtroppo le parlo pochino…fino a ieri. 

La quarantena con tutte le sue difficoltà, ci sta spronando a fare cose che non immaginavamo prima. Ad esempio io non pensavo di fare una lezione di kick boxing a casa mia, con mio figlio e con due insegnanti online dall’Ecuador (Women in Shape), Carolina e Patrick!!

E la cosa più strana è che mi sentivo vicino a loro, vedevo le loro case e loro la mia! Se me lo avessero detto due mesi fa avrei riso come una matta.

Ma il mondo cambia e le cose prendono un senso inaspettato. Adesso vi racconto una cosa simpatica. Questa frittata è fatta con erbette di campo (Silene) raccolte da me, non da mio marito che è italiano e vive qui a Bassano del Grappa da 45 anni!! Lui non sa niente di erbe di campo né di queste tradizioni. IO sto scoprendo questo tesoro pazzesco. Dietro casa mia ho un universo di erbe spontanee che posso raccogliere e mangiare fresche. 

Lo so, per fare queste cose ci vuole tempo perché le erbe vanno raccolte, tritate, e poi solo alla fine si può fare la frittata. Ma adesso non abbiamo troppe scuse, siamo tutti a casa e possiamo provare a fare delle ricette che stanno diventando un lusso perché hanno bisogno di due risorse importanti: TEMPO E CONOSCENZA.

Cosa dite: riacquistiamo la conoscenza delle erbe spontanee?

P.S se non avete erbette di campo potete utilizzare le verdure di stagione che usate abitualmente in questo periodo. 

Silene: 

Silene, una pianta da conoscere. Da maggio fino a settembre nei nostri campi, prati e lungo le nostre strade compaiono i fiori di Silene vulgaris o italica, chiamati anche fiori della luna. Sono molto particolari perché sembrano dei calici rosa con alla sommità dei fiori bianchi. 

La Silene appartiene alla famiglia delle Cariofillacee ed è una pianta erbacea spontanea perenne e commestibile, molto buona. Non tutti la chiamano Silene, è anche chiamata “strigoli”, “sonaglini” o “carletti” soprattutto in ambito locale. 

Fornisce buon apporto di vitamina C, sali minerali, acidi grassi essenziali e saponine. Ha proprietà diuretiche, favorisce il transito intestinale concorrendo al benessere dell’intestino, può essere utilizzata per alleviare i disturbi agli occhi. Ha proprietà emollienti ed è pertanto utilizzata nella preparazione di cosmetici, dai saponi alle creme.

 
 

Frittata di carletti di primavera

DifficultyBeginner

Yields4 Servings
Prep Time7 minsCook Time5 minsTotal Time12 mins

Ingredienti

 6 uova
 100 g carletti/silene
 sale integrale
 20 g scalogno
 1 cucchiaio d'olio extra vergine di oliva

Procedimento

1

Lavare gli carletti/silene e staccare le foglioline dal gambo, lavarle e tamponarle con della carta assorbente.

2

Pulire lo scalogno e tritarlo finemente.

3

Versare in una padella antiaderente 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, lo scalogno e farlo cucinare per qualche minuto, aggiungere i carletti e farli cuocere per 5 minuti.

4

In una ciotola, versare le uova, il sale e il pepe e sbattere con una forchetta per qualche minuto.

5

Versare le uova sbattute sui carletti cotti in padella e continuare la cottura.

6

Dopo 2 minuti rigirare la frittata in padella aiutandosi eventualmente con un piatto per rivoltarla, terminare la cottura della frittata in 2 minuti circa.

7

Tagliare a fette e servire.

Ingredients

 6 uova
 100 g carletti/silene
 sale integrale
 20 g scalogno
 1 cucchiaio d'olio extra vergine di oliva

Directions

1

Lavare gli carletti/silene e staccare le foglioline dal gambo, lavarle e tamponarle con della carta assorbente.

2

Pulire lo scalogno e tritarlo finemente.

3

Versare in una padella antiaderente 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, lo scalogno e farlo cucinare per qualche minuto, aggiungere i carletti e farli cuocere per 5 minuti.

4

In una ciotola, versare le uova, il sale e il pepe e sbattere con una forchetta per qualche minuto.

5

Versare le uova sbattute sui carletti cotti in padella e continuare la cottura.

6

Dopo 2 minuti rigirare la frittata in padella aiutandosi eventualmente con un piatto per rivoltarla, terminare la cottura della frittata in 2 minuti circa.

7

Tagliare a fette e servire.

Frittata di carletti di primavera
Frittata di silene4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.