Joyce Andrade

Lasagne di barbabietola e agretti al umeboshi

Ciao mondo green, è da tanto che non creo una ricetta per il blog in quanto sono stata impegnata con i miei corsi ed altri eventi. lasagna di barbabietole-10Per me questo blog è come la mia casa, ogni volta che entro sono felice di vederlo, mi piace il suo stile, i suoi colori, mi piace come è fatto, è un posto green pieno d’amore. lasagna di barbabietole-13Ho deciso di ricominciare con questo piatto molto colorato. Ho usato le barbabietole fresche cotte al vapore, gli agretti, il porro e qualche ciuffetto di broccolo con un patè giallo alla curcuma.lasagna di barbabietola-2Conoscete gli agretti?…io è da qualche anno che li ho scoperti e appena li vedo comparire nel banco delle verdure li prendo. Gli agretti si acquistano freschi, e iniziano a comparire sui banchi delle verdure verso marzo, poiché sono tipicamente primaverili. Vanno scelti in base al loro colore, che è di un verde brillante, mentre la parte vicina alle radici cambia in bianco e poi in rosso. Il fusto è pieno, turgido d’acqua, sottile, lievemente piatto: in cucina si usano solo le piante più giovani. Anche se tenuti in frigo si deteriorano facilmente, quindi vanno consumati nel giro di pochi giorni. Devono essere lavati con molta attenzione, poiché tendono a trattenere terra, e la parte vicina alle radici, dove il colore verde scolorisce, va tagliata via. Possono essere bolliti, a seconda del gusto personale e della grandezza, dai quindici minuti in poi, ma la cottura migliore sarebbe quella al vapore, poiché consente di mantenere al meglio le proprietà nutrizionali.  Gli agretti sono ricchi d’acqua e di fibre, quindi hanno un ottimo effetto sulla diuresi e la regolarità intestinale, e possono addirittura risultare lievemente lassativi. Contengono vitamina A, C, e vitamine del gruppo B, soprattutto B3.        

Ciao mondo green, è da tanto che non creo una ricetta per il blog in quanto sono stata impegnata con i miei corsi ed altri eventi.

Per me questo blog è come la mia casa, ogni volta che entro sono felice di vederlo, mi piace il suo stile, i suoi colori, mi piace come è fatto, è un posto green pieno d’amore.

Ho deciso di ricominciare con questo piatto molto colorato. Ho usato le barbabietole fresche cotte al vapore, gli agretti, il porro e qualche ciuffetto di broccolo con un patè giallo alla curcuma.

Conoscete gli agretti?…io è da qualche anno che li ho scoperti e appena li vedo comparire nel banco delle verdure li prendo.

Gli agretti si acquistano freschi, e iniziano a comparire sui banchi delle verdure verso marzo, poiché sono tipicamente primaverili. Vanno scelti in base al loro colore, che è di un verde brillante, mentre la parte vicina alle radici cambia in bianco e poi in rosso. Il fusto è pieno, turgido d’acqua, sottile, lievemente piatto: in cucina si usano solo le piante più giovani. Anche se tenuti in frigo si deteriorano facilmente, quindi vanno consumati nel giro di pochi giorni. Devono essere lavati con molta attenzione, poiché tendono a trattenere terra, e la parte vicina alle radici, dove il colore verde scolorisce, va tagliata via. Possono essere bolliti, a seconda del gusto personale e della grandezza, dai quindici minuti in poi, ma la cottura migliore sarebbe quella al vapore, poiché consente di mantenere al meglio le proprietà nutrizionali. 

Gli agretti sono ricchi d’acqua e di fibre, quindi hanno un ottimo effetto sulla diuresi e la regolarità intestinale, e possono addirittura risultare lievemente lassativi. Contengono vitamina A, C, e vitamine del gruppo B, soprattutto B3.

Yields1 Serving
Prep Time30 mins

Ingredienti

 500 g barbabietola
 1 mazzetto di agretti
 qualche rametto di broccoli per decorare
 1 pezzettino di porro
 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi
Patè giallo
 300 g ceci cotti
 1 cucchiaio di tahin (crema di sesamo)
 1 cucchiaio di succo di limone
 1 pizzico di sale integrale marino
 acqua q.b.
 1 spicchio di aglio (piccolo)
 ½ cucchiaino scarso di curcuma
 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Procedimento

Barbabietole
1

Lavare le barbabietole e tagliarle a fettine alte 3 millimetri

2

Cucinare a vapore le fettine di barbabietole per 20 minuti e metterle a marinare con un cucchiaio di acidulato di umeboshi.

Agretti, porro e broccoli
3

Bollire dell'acqua con del sale marino integrale

4

Tagliare la parte bianca degli agretti e sbollentarli per 10 minuti, scolarli e passarli nell'acqua fredda in modo che il colore verde rimanga bello intenso

5

Tagliare il porro a rondelle e sbollentarli per 5 minuti nella stessa acqua in cui hai cucinato gli agretti

Patè giallo
6

Mettere i ceci a bagno per una notte. Buttare via l'acqua d'ammollo

7

Sistemare sul fondo di una pentola a pressione l'alga Kombu. Aggiungere i ceci e coprire con acqua fresca fino a tre dita sopra i ceci. Portare ad ebollizione. Togliere la schiuma che si forma, chiudere la pentola e abbassare la fiamma. Cuocere per 1 ora

8

Salare i ceci e metterli in un frullatore con tutti gli ingredienti sopra indicati, unendo, in caso, un po' d'acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza cremosa, ma sufficientemente spessa

Ingredients

 500 g barbabietola
 1 mazzetto di agretti
 qualche rametto di broccoli per decorare
 1 pezzettino di porro
 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi
Patè giallo
 300 g ceci cotti
 1 cucchiaio di tahin (crema di sesamo)
 1 cucchiaio di succo di limone
 1 pizzico di sale integrale marino
 acqua q.b.
 1 spicchio di aglio (piccolo)
 ½ cucchiaino scarso di curcuma
 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Directions

Barbabietole
1

Lavare le barbabietole e tagliarle a fettine alte 3 millimetri

2

Cucinare a vapore le fettine di barbabietole per 20 minuti e metterle a marinare con un cucchiaio di acidulato di umeboshi.

Agretti, porro e broccoli
3

Bollire dell'acqua con del sale marino integrale

4

Tagliare la parte bianca degli agretti e sbollentarli per 10 minuti, scolarli e passarli nell'acqua fredda in modo che il colore verde rimanga bello intenso

5

Tagliare il porro a rondelle e sbollentarli per 5 minuti nella stessa acqua in cui hai cucinato gli agretti

Patè giallo
6

Mettere i ceci a bagno per una notte. Buttare via l'acqua d'ammollo

7

Sistemare sul fondo di una pentola a pressione l'alga Kombu. Aggiungere i ceci e coprire con acqua fresca fino a tre dita sopra i ceci. Portare ad ebollizione. Togliere la schiuma che si forma, chiudere la pentola e abbassare la fiamma. Cuocere per 1 ora

8

Salare i ceci e metterli in un frullatore con tutti gli ingredienti sopra indicati, unendo, in caso, un po' d'acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza cremosa, ma sufficientemente spessa

Lasagne di barbabietola e agretti al umeboshi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *