Joyce Andrade

La città delle donne

LE VILLE DELLE DONNE

Sabato 12 marzo sono stata ad Asolo con la mia amica Linda Canciani. Una piccola città che ho amato dalla prima volta che l’ho vista…..
Ad Asolo abbiamo visitato Villa Il Galero, una villa che conosco da tanto visto che sono amica della figlia della titolare Cristina. In passato ho “vissuto” questa casa in maniera semplice, ma questa volta ero curiosa di sentire i racconti antichi che la riguardano e ho avuto anche l’opportunità di curiosare e fotografarla.
Cosa vi posso raccontare di questa raffinata  esperienza… Prima di tutto è stata una giornata veramente fredda, caratterizzata da quel freddo che ti prende le ossa e fai fatica a stare fermo. In questa giornata gelida ho comunque avuto il piacere di ascoltare le parole di Cristina De Lord Rinaldi. 
Lei ha raccontato che la Villa era stata costruita dal Cardinale Rubini nel 1696 e dopo è stata mantenuta dalla sua meravigliosa madre che ha vissuto fino a 105 anni. Si chiamava Mariuccia Carosio e ha reso con grande amore la casa, il giardino e il parco un luogo incantato, semplice ed elegante, dove artisti e musicisti che amano Asolo hanno potuto passare un po’ del loro tempo.
Una delle cose che ho apprezzato di più della casa sono i suoi colori pastello e i suoi stucchi e i marmorini veneziani in stile tardo barocco. 
Ci sono dei bellissimi dettagli nell‘arredamento che ti lasciano senza fiato come gli uccelli che compaiono e scompaiono tra cornici e lesene, pavoni e civette, aironi e sparvieri, ibis e falchi che sembrano volare in un mistero esoterico, più che nella festosa eleganza della decorazione.
Dopo aver visitato la villa ho sentito con grande interesse i racconti di Asolo: “la Città delle Donne e dei Cento Orizzonti”.
Tre grandi donne hanno reso Asolo celebre in tutto il mondo. La prima personalità a rendere il borgo un centro culturale di grande interesse è la regina di Cipro Caterina Cornaro, ricordata per aver resistito 16 anni alle pressioni della Repubblica di Venezia, che voleva appropriarsi dell’isola. 
L’altra figura di eco internazionale è Eleonora Duse. Considerata l’attrice italiana più grande della Belle époque e simbolo del teatro moderno, Duse ha avuto una storia d’amore con Gabriele D’Annunzio che l’ha segnata profondamente per tutta la vita.
Appena entrati nel centro storico di Asolo lungo via Forestuzzo, sulla destra, si accede a Villa Freya, dimora dell’icona della femminilità ed esploratrice solitaria, Freya Stark, l’ultima grande donna che ha reso illustre Asolo.
Vi consiglio una visita ad Asolo e alla villa con tutto il tempo che meritano, senza fretta! Asolando!!!
Linda tisana
Grazie alla mia amica speciale Linda Canciani per avermi accompagnata in questo magico pomeriggio ad Asolo.
Con gratitudine per l’ospitalità meravigliosa di Cristina De Lord

4 commenti su “La città delle donne”

  1. Grazie Joyce per la magia che trasmetti con i tuoi racconti e con i tuoi scatti, per renderci partecipi della tua sensibilità e grazia nel cogliere le Belle cose! ed un grazie alle tue amiche per aprirci le loro case e farci assaporare dimensioni quasi dimenticate!
    Non vedo l’ora di sapere del tu prossimo viaggio!!

  2. GRAZIE Joyce viaggio meraviglioso… immergersi nella bellezza e partecipare ad essa è fonte di gratitudine traboccante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.